Destino e fortuna

Leave a comment Standard

Corto Maltese nasce stranamente privo della linea della fortuna lungo la sua mano sinistra e ciò per sua madre rappresenta una grave disgrazia: Corto Maltese, con un coltello ben affilato, si disegna una profonda cicatrice lungo la linea della sua mano, quasi a volere sfidare il destino, in modo da essere soltanto lui l’artefice della sua fortuna. Suo padre, quasi del tutto assente dalla sua vita, gli trasmise il gusto di errare nei mari lontani e quell’amore per le leggende e i luoghi incantati tipici della tradizione celtica. Nelle sue avventure presso i mari lontani avrà anche modo di incontrare alcuni grandi scrittori, come ad esempio Jack London o Herman Hesse. Ciò che affascina della figura di questo personaggio è la sua imperturbabilità di fronte agli eventi che lo vedono più spettatore che protagonista: quando per esempio viene coinvolto in situazioni di violenza, come una sparatoria o una scazzottata, reagisce a sua volta sia al fuoco che al tipo di violenza subita dei suoi aggressori, mostrando però una lucidità e una calma quasi che queste vicende non lo coinvolgessero sino in fondo. Sembra quasi che conosca già lo spirito che muove l’animo umano e che quindi non si sorprenda degli eventi.