Come se non fosse …

Come se non fosse.
Dovrebbe essere come se non fosse.

Come se non fosse io.
Io in quanto io.
Io è un pronome soggettivo affiliato.
L’affiliazione è un controllo da parte di un’altra entità: l’egoismo.
Chi pronuncia spesso la parola io, ha sviluppato nel corso degli anni un improprio senso di sè.
Che fa apparire sicuri, che difende dalle fragilità,
che mette il proprio senso in un insensato piedistallo
e che è frutto di prevaricazione e debolezza. Soprattutto.
La forza, quella vera, è il coraggio. Il coraggio è un’altra cosa.
Il coraggio è tendere una mano, intrecciare una mano,
donare una pacca su una spalla, condividere una lacrima, una gioia.
Senza pensare a nulla in cambio.
Ma sul serio. Farlo sul serio.
Come una carezza di Dio sul capo.
Lui solo sa quanto ne ha bisogno ciascuno di noi.
Soprattutto quando crolla un pezzo del nostro mondo.
Che è così sottile e delicato.
Ecco perchè io in quanto io è un pronome indelicato.

Come se fosse.
Dovrebbe essere come se fosse.

Come se fossi tu.
Tu in quanto tu.
Tu è un pronome indicativo amicale.
L’amicizia è uno stratagemma che usa il cuore per sprigionare il bene.
Non per esibirlo.
Il bene non ha bisogno di essere dimostrato.
E non vuole essere nemmeno cercato.
Se c’è lo leggi negli occhi e nel sorriso.
Sarà lui poi a fare il resto.
Il bene non è figlio.
E non è mai stato padre, nè madre.
Il bene è nato insieme all’inizio dell’inizio.
E’ l’inizio. La radice. L’essenza prima.
E’ quello per cui siamo al mondo.
Ecco perchè tu in quanto tu sei un pronome con gli occhi e col sorriso.

Come se fosse
Dovrebbe essere come se fosse

Come se fossimo noi.
Noi in quanto noi.
Noi siamo un pronome plurale impegnativo.
L’impegno è la responsabilità che abbiamo nei confronti degli altri.
Non possiamo guardare in basso, per paura di guardare negli occhi.
Non possiamo evitare il male, semplicemente pensando che non esista.
Non possiamo stare bene di per sè, se qualcun altro sta male accanto a noi.
L’impegno è solidarietà. L’impegno è civiltà, onestà, lealtà, cortesia, dolcezza.
L’impegno è correttezza, educazione, delicatezza, garbo, gentilezza.
L’impegno è noi.
Ci vogliono uomini e donne forti. E la forza non è la potenza.
Ma l’efficacia e la dolcezza di un sorriso. A partire da quello.
Ecco perchè noi in quanto noi siamo un pronome plurale impegnativo, molto impegnativo.

Come se fosse
Dovrebbe essere come se fosse

Come se fossimo stelle.
Le Stelle sono scintille di luce e frammenti di universo,
che conservano i ricordi di tutti i mondi.
Vagando viaggiano nel tempo e nello spazio,
incontrandosi per incrocio estemporaneo di astri,
oppure scontrandosi violentemente, come noi,
ma alla fine del giro si riconoscono.
Sono meteoriti incandescenti di stelle comete simili.
L’Universo e i suoi misteri infiniti
sono come custodi, come geni ereditari
dei nostri tu e dei nostri noi.
Custodiscono e tramandano le vere radici,
quelli del bene incontaminato.
E’ la terra, la ruvida terra che talvolta
sporca le scintille con la sua fragilità
e trasforma il tu e il noi con il misero io.
La magia resta invece a chi lo può fare.
La magia di poter essere tu e noi.
So riconoscere chi ha questa magia.
Non ho bisogno di parole.
So leggere gli occhi. Riconosco il sorriso.
Tulopuoifare.

© ud

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...