Cantano alla luna ©

Leave a comment Standard

Il luccichio di quegli occhi.
L’incedere incalzante
di pensieri spontanei,
come sorgenti di calore
che alleviano il dolore.
Sembrano appartenermi
come fossero i miei.
Dentro quegli occhi
rivedo il cielo
sopra i miei temporali,
riconosco il vecchio scrigno
dentro il quale sembrano rinchiusi.
Non ha segreti il tuo castello principessa,
gatti e cani cantano alla luna,
i fiori crescono attorno sinceri,
le stelle fanno l’inchino al tuo sorriso.
Nelle stanze regali c’è la tua luce,
sull’arca dei sospiri c’è il tuo libro,
con le mille favole
del tuo tempo nei tempi.
Una di queste, è la nostra.
Se è difficile viverla,
sarà un amore leggerla.

corto trasparente c@ilcortomaltese
riproduzione riservata®