L’universo non ha orecchie (©)

Comment 1 Standard

Sono ali senza corpo,
divento quando mi invento.
Sono vento che disordina,
volo se trovo cielo
plano nel mio riparo.
Tu sei acqua che si fa seta,
e sete che è desiderio.
Ogni istante raccoglie,
di foglie la terra,
una coltre copre
il cielo capovolto.
Mi chiudo al calar del sole,
non ho petali che
sopravvivano alle notti.
Resisto invano,
giro la clessidra
e disperdo la polvere.
Disegno, sminuzzo e mescolo,
l’Universo non ha orecchie,
ha solo la sua vecchia idea.
E se la notte sono un pensiero
non sarà la ragione a perdere,
ma il cuore a ritrovarsi,
battendo libero.
corto trasparente c@ilcortomaltese
riproduzione riservata®