La rondine ©

Comment 1 Standard

Una rondine non fa primavera.
Qualcuna si.
A volte il cuore vola
e muove le ali,
apre i lucchetti
e prova sognare.
Non é debole,
è solo fragile.
Non sarà forte
ma vola intenso
altissimo su monti e mari,
profuma di fiori
e sorride ai colori.
Come te, che provi
a librarti felice
su per i pendii
pericolosi e irti.
Non comprendi
il tasso che ti invidia,
non ti curi
della gelosia del riccio.
Raccogli il sorriso al cielo
e lo regali al mondo.
Sai dei pregiudizi del vento,
degli anfratti miseri
della mediocrità degli uomini.
Triste nel pensiero
continui imperterrita
il tuo volo soave
di eterna primavera.
Un giorno forse
volerai quassù in cima,
sveglierai l’aquila reale
che dimora sulle vette
e insieme raggiungerete
i cieli fino al sole,
attenderete che la luna
scopra e scorga tutte le stelle.
È un meraviglioso infinito
quello che vi aspetta
per sublimare l’immenso
che vi lega da tante vite.
É il desiderio di te
che non si placa
a cullarmi per sempre
su queste vette
solitarie e tristi
senza te.
Sono un’aquila reale
ma il mio amore sa
che il tuo nido
non è quassù.
Qui dimorano i sogni
insieme alle ombre
del passato.

corto trasparente c

@ilcortomaltese
riproduzione riservata®