La gabbia ©

Leave a comment Standard

Non é vero
che ogni male guarisce da sé.
Non esistono rimedi
in questa vita.
Ci sei sempre tu.
Lungo quella linea di oltre.
Non serve nascondersi,
ogni ombra ti protegge.
Il vento sussurra il tuo nome,
la notte é sempre la tua casa.
Rischiari dove tutto é buio
e rubi, dei miei sonni, i sogni
Cammini su tutti i ritorni
invisibile agli altri pensieri
con la tua aura straniera.
Ho compreso più di te dopo
tra le foglie ingiallite e cadute,
che il quel breve soffio di vita.
Non appartieni al mondo,
ma al suo mistero sì.
Non sono un’aquila reale,
solo una misera rondine
che sbatte le ali stanca
dentro la tua gabbia di allora.