In viaggio nel tempo ©

Leave a comment Standard

GLI OCCHI DELL’UNIVERSO


Al momento solo in formato ebook su:

Tutti i diritti riservati. Copyright EAN: 9788829571949

SINOSSI
E’ un’analisi discorsiva e a tratti romanzata dell’Universo e della nascita della vita. Un parallelismo tra realtà e sogni, tra verità e presunte verità all’interno della teoria del viaggio nel tempo. Narrativa e prosa, poesia e misticismo in una serie di capitoli che solo apparentemente sembrano scollegati tra di loro. Prima parte fisica, filosofica e metafisica. Seconda parte improntata sulla poesia: una donna, Lei, che riappare con le sembianze di un amore, un altro che riporta solo due occhi. Simili, uguali a quelli dell’Universo che non ha lo scorrere del tempo così come il nostro. Un universo che riporta indietro e avanti in soluzione circolare, l’inizio e la fine del tutto, dove tutto finisce lì dove ancora una volta ricomincia. In queste pagine, siamo in un posto strano. Particolare. Dove tutto è niente e il niente può avere il valore di tanto. Dove il nulla a volte è intenso e il tutto si nasconde.Sono appunti. Pensieri e congetture. Tutto in una idiosincrasia reale, vera, tangibile. Come nei sogni, in cui tutto sembra, perché tutto è.A volte non sappiamo qualcosa, solo perché non l’abbiamo mai sperimentata. Ma non per questo è certo che non esista. E tutto quello che non è spiegato dalla fisica, dalla chimica, dalla matematica o dall’esperienza reale, non è detto che non sia più certo delle certezze acquisite fino a questo momento. I sogni appartengono all’inconoscibile mnemonico, ma non per questo mai accaduto o da accadere. Ci portano in un mondo surreale in cui viviamo come se fosse tutto vero, perché è vero. I sogni sono esperienze. Sono il nostro raccordo con l’universo, uno dei multiversi, con l’infinito, con il tutto. Attraverso la lettura, ti troverai immerso nel mare dei tuoi, di sogni, non sempre belli e pacifici. Un posto dove non esiste quello che sai, non esistono punti cardinali e non esistono certezze, dove esiste solo la meraviglia del dubbio e dell’incerto, inconoscibile perché non conosciuto ancora, dove tutte le conquiste saranno ancora dubbi e dove esistono solo i colori, gli odori e i sapori, le infinite luci dei sensi e dei significati, esistono gli afflati dell’amore puro insieme ad istinti ancestrali, prestati da questo mondo che forse non è il solo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...