Tutti gli articoli di Ilcortomaltese

L’universo non ha orecchie (©)

Sono ali senza corpo,
divento quando mi invento.
Sono vento che disordina,
volo se trovo cielo
plano nel mio riparo.
Tu sei acqua che si fa seta,
e sete che è desiderio.
Ogni istante raccoglie,
di foglie la terra,
una coltre copre
il cielo capovolto.
Mi chiudo al calar del sole,
non ho petali che
sopravvivano alle notti.
Resisto invano,
giro la clessidra
e disperdo la polvere.
Disegno, sminuzzo e mescolo,
l’Universo non ha orecchie,
ha solo la sua vecchia idea.
E se la notte sono un pensiero
non sarà la ragione a perdere,
ma il cuore a ritrovarsi,
battendo libero.
corto trasparente c@ilcortomaltese
riproduzione riservata®

Il pensiero a te (©)

Sono via dappertutto ormai,
lungo le strade dei tuoi occhi.
So che l’amore è la legge di tutto,
ho subito che la legge di tutto
non può essere mai l’amore.
La mia spada a guerra
sull’ineffabile, sull’indicibile,
ha i segni del tempo.
Il mio cuore di cavaliere
pesa tra i silenzi del mondo,
rovista stanco tra rovi ingialliti.
Cerco da tutte le vite
il profumo della mia rosa,
ho visto appassire tante volte
solo gardenie di un giorno.
Sono fermo a me
tra lacrime asciutte,
stenta già il cammino,
passi e valichi angusti
un tempo senza segreti
diventano sentieri chiusi.
E’ una nube senza veli,
quella che mi trasporta,
tutte le notti ,
lontano dai miei giorni.
Il mio cuore è un debito
la mia vita il mio strozzino.
Non sembrano più orizzonti,
gli abbracci del cielo al mare,
piuttosto suggestioni salvavita,
illusioni per la mente
che poco regalano al cuore.
E la mia vecchia luna a metà
dai chiarori antichi e unici
svanisce ogni notte di più
dietro temporali stanchi
che hanno l’ardire
di coprire il cielo,
nascondere il sole
ma che non potranno mai
coprire la luce dietro essi.
Non potranno mai rubare
il pensiero a te.

corto trasparente c

@ilcortomaltese
riproduzione riservata®

Il tempo va via ©

Il tempo va via
che sembra ieri
invece é passata
una vita danzando.
Musica in silenzio,
voci dentro,
volti sfumati.
Le rughe parlano
le ferite sorridono.
Non mi cerco più,
mi son perduto
tante volte,
che é un dono
ritrovarmi con me.
E poi tu.
Un mondo di colori.
Così tanti
che li ho scoperti
esistenti.
Tra i tuoi occhi.
Riesco a leggerli,
spesso mi riesce.
Ma i tuoi parlano.
Mi raccontano
di una forza.
Incontrastabile.
Riesco anche io
a provare gioia.
Una notte
di allora
mi hai raccontato
della profezia.
Adesso é tempo.
Non per averti
giammai perduto,
ma per averti
ritrovato,
L’amore non
si perde,
gira immenso
e poi ritorna.
Quello che segue
é solo destino.
Sempre uguale.
Se insegui
sarai seguito.
Se perdoni
sarai perdonato.
Forse ti perderó,
o forse ti ho
giá perduto.
Non viverti
è anche un pó
morire.
Come allora.
Anche se tu
non sei lei.
Sei solo amore.

corto trasparente c

@ilcortomaltese
riproduzione riservata®

Irrimediabile ©

Non mi sento lontano,
lo sono.
A volte ci credi, di esserci.
Altre volte ancora di più.
Ma essere lontano sempre,
per sempre e da sempre,
ovunque io vada,
fa parte di me, di quello che sono,
di quello che non riesco ad essere
e di quello che non sarò mai.
Lontano è una patologia,
una malattia del riparo,
che per se stessa,
trova rifugio da lontano.
Lontano è un pensiero
per non pensare,
una maledetta sfida alla vita
che restituisce ciò che crede
e mai quel che si desidera.
Nelle sabbie mobili della battigia
non ci sono poi così tante pietre
a forma di cuore da raccogliere.
Solo che le pietre restano pietre,
e la forma del cuore rimane idea.
Una bellissima idea
di cui io non sono mai il demiurgo.
Intrecciare i cuori,
lo cerco in giro per la vita,
da una vita.
Nessuno ha colpe o torti,
nessuna mancanza in effetti.
Il mondo ha delle regole
che placano ragione e coscienza.
Quello fuori dal mondo,
sono io e la mia pena.
Irrimediabilmente io
con tutto me stesso
da solo e da lontano.
Da dove ti amo
e ti amerò sempre.
Irrimediabilmente.

corto trasparente c

@ilcortomaltese
riproduzione riservata®

Senza aria ©

É una stanza senza finestre
quella dentro i pensieri.
Latente, asfissiante,
a volte devastante.
Ci sono entrato una volta
una volta sola,
non ne usciró più.
Ho provato ad arredarla,
dipingendola di colore,
l’ho resa soffice
il più accogliente possibile.
Ma manca così sempre l’aria
che sembra manchi la vita.
La riconosco stasera,
ancor di più.
Una sera senza aria,
un’altra sera senza te.

corto trasparente c

@ilcortomaltese
riproduzione riservata®

Canto d’amore ©

Quando penso di te,
penso al mondo senza di noi,
penso a te lontana da me.
Quando guardo
oltre questa pioggia d’estate,
corriamo felici sui campi di sole
immersi tra tutti i profumi dei prati.
Lo senti quel canto d’amore lontano?
Se provi a sbirciare dal tuo cuore
ci sorprenderai teneri e abbracciati
intrecciati sui gradini delle nostre anime.
Non ti fare rubare mai il tuo sorriso,
non perdere la speranza dei tuoi sogni,
sii sempre presente a te stessa e agli altri,
io sarò accanto a te, a reggerti il cuore
e a prenderti tra le nostre braccia,
quando i colori del mondo, a volte,
ti sembreranno grigi e spenti.corto trasparente c

@ilcortomaltese
riproduzione riservata®