Corto Maltese

Leave a comment Standard

Anti-Eroe, al tempo stesso romantico e moderno, vive avventure al confine fra la realtà, la filosofia, le leggende e la fantasia. Pungente ma giusto, irriverente ma con garbo, sfuggente ma premuroso….in due parole una sorta di “Gentiluomo di fortuna”, disincantato e libero dinnanzi alle rovine del mondo.

Esordio

Leave a comment Standard

Il personaggio di Corto Maltese è stato ideato dalla creatività di Hugo Pratt, maestro indiscusso non solo del fumetto italiano, ma anche di quello internazionale, all’apice della propria maturità artistica. L’esordio di questo bel personaggio dallo spirito nomade e avventuriero, in divisa di capitano, orecchino d’oro all’orecchio sinistro e berretto, avviene nelle pagine di “Una ballata del mare salato”, una storia che decretò il passaggio a un fumetto di nuova concezione rivestito di vignette, temi e personaggi ben più complessi e profondi. Nelle tavole iniziali della ballata viene stravolto anche il concetto di eroismo. Non più una semplice voglia di vincere, aver ragione e farcela sempre da solo contro tutti, ma una determinazione intrinseca a minimizzare il senso di ogni vittoria e di ogni sconfitta per imporre piuttosto la propria personalità e il proprio fascino. Lo stile che ci fa subito innamorare di Corto è il risultato del suo nomadismo che lo porta in ogni angolo del mondo. In qualunque porto attracchi (Rodi, Buenos Aires, Hong Kong e via dicendo) trova sempre un amico, qualcuno che lo conosce o che ha sentito parlare bene di lui, suscitando rispetto e ammirazione anche in chi gli è nemico.

Eroe d’altri tempi

Leave a comment Standard

Corto Maltese è la personificazione di un eroe di altri tempi e che non esiste più: disilluso, superiore, con pochi rimpianti, senza alcuna paura razionale e fatalista verso il pericolo. Corto è sempre stato guidato dalla voglia di giocare e farsi guidare dal caso, alla ricerca in ogni angolo del mondo, di improbabili tesori o amiche scomparse, per vivere la propria integrità di uomo libero dinanzi alle rovine del mondo. Ed è proprio l’ammirazione per questa sua filosofia disincantata che finisce con il farci innamorare di lui, perchè leggendo le sue avventure finiamo anche noi dalla sua parte. E’ attraverso i suoi occhi illusi e fatalisti che le vicende narrate acquistano maggior valore e più emozioni. La storia di Corto Maltese ha inizio nell’isola di Malta, quando nel 1887 nacque a La Valletta da una zingara andalusa e un marinaio inglese. E’ la madre Nina de Gibraltar, prostituta gitana, a trasmettergli l’amore per la libertà e un approccio alla cultura zingara. Proprio la coscienza del proprio destino attraverso la lettura delle carte o della mano, rappresenta un tema ricorrente nell’infanzia di Corto.

Destino e fortuna

Leave a comment Standard

Corto Maltese nasce stranamente privo della linea della fortuna lungo la sua mano sinistra e ciò per sua madre rappresenta una grave disgrazia: Corto Maltese, con un coltello ben affilato, si disegna una profonda cicatrice lungo la linea della sua mano, quasi a volere sfidare il destino, in modo da essere soltanto lui l’artefice della sua fortuna. Suo padre, quasi del tutto assente dalla sua vita, gli trasmise il gusto di errare nei mari lontani e quell’amore per le leggende e i luoghi incantati tipici della tradizione celtica. Nelle sue avventure presso i mari lontani avrà anche modo di incontrare alcuni grandi scrittori, come ad esempio Jack London o Herman Hesse. Ciò che affascina della figura di questo personaggio è la sua imperturbabilità di fronte agli eventi che lo vedono più spettatore che protagonista: quando per esempio viene coinvolto in situazioni di violenza, come una sparatoria o una scazzottata, reagisce a sua volta sia al fuoco che al tipo di violenza subita dei suoi aggressori, mostrando però una lucidità e una calma quasi che queste vicende non lo coinvolgessero sino in fondo. Sembra quasi che conosca già lo spirito che muove l’animo umano e che quindi non si sorprenda degli eventi.

Una ballata del mare salato

Leave a comment Standard

La “Ballata” è la prima della lunga saga di avventure di Corto Maltese, una storia considerata ormai “cult” nel mondo del fumetto e del romanzo d’avventura. L’ambiente è quello di un Pacifico spazzato dagli uragani, ma anche dai venti di una guerra lontana, un mondo popolato da selvaggi, pirati, mercenari, soldati idealisti e “gentiluomini di fortuna”.Gli amori, le amicizie e gli eroismi sono di quelli che toccano a fondo il sentimento, i personaggi centrano in pieno la nostra immaginazione e poi rimangono lì, inossidabili, piazzati per sempre nel nostro ricordo.

La giovinezza

Leave a comment Standard

Questo è il caleidoscopio di immagini, ma l’elemento centrale, il nodo ironico e reale è dato dalla presenza di un corrispondente di guerra di tutto rispetto: Jack London. Sarà proprio lui, al centro di un intricato coinvolgimento, a presentare tra loro una coppia vincente di caratteri prattiani: Corto Maltese e Rasputin. Un Corto Maltese giovane, ma già perfettamente delineato nel suo carattere, deciso, ma elegante; generoso, ma distaccato, che si confronterà in tante storie col pazzo Rasputin condividendo con lui le atmosfere più care al loro creatore: la magia dell’avventura ed il costante rispetto dell’amicizia. Siamo nel 1905 e lo sfondo è quello della guerra russo-giapponese per il controllo della Manciuria. Trincee fumanti, reticolati divelti, baracche che odorano di tè, fumo e feriti; cittadine di frontiera attraversate da soldati in ogni divisa, spari isolati e balenìo di lame in agguati notturni; bordelli caldi di saune, donne e sakè.

Corte sconta detta arcana

Leave a comment Standard

Del resto, la follia e il sogno hanno sempre segnato la storia.Un magnifico intreccio di incredibile storia e di pura fantasia dove i protagonisti hanno lo spessore epico del grande romanzo: Shangai Lil è l’eroica combattente rivoluzionaria, forte, femminile, delicata; Rasputin è la pazzia, l’elemento assurdo, imprevedibile. Marina Seminova è la donna aristocratica, affascinante, sensuale; il leggendario Roman von Ungern-Sternberg è la storia, il condottiero idealista, invasato, crudele. Un appassionante inseguimento che vede coinvolte le società segrete cinesi, i “signori della guerra”, gli indipendentisti mongoli, le armate bolsceviche e le truppe “bianche” fedeli agli zar.La grande avventura di Corto Maltese ai confini tra Mongolia, Russia e Cina alla caccia di un misterioso treno carico d’oro.